domenica 27 marzo 2011

Le "fragoline" messicane..

Il Messico è un paese pieno di contrasti, che spaziano dall'architettura, in cui moderno e antico si ritrovano l'uno accanto all'altro (grattacieli ultramoderni ai cui piedi si trovano casette stile '900), al cibo e alla società.
La città, emblema dell'evoluzione urbanistica continua e rapidissima, sta crescendo a dismisura, inglobando tutti i paesini che si trovano nelle vicinanze. Nascono nuovi quartieri, e altri vengono abbandonati. Le zone che un tempo erano considerate alla moda, ora sono abitate da prostitute. Le città si evolvono, è normale, ma il DF è spropositato!

Poi ci sono le cosiddette "fragoline", in messicano fresitas, ovvero i messicani figli di papà. Sono belli, si vestono bene e sembrano europei. Fanno parte della crème della società messicana, quella che gira per la città con l'autista privato, che mangia nei ristoranti di lusso e che vive nei quartieri chic della città, Polanco o Santa Fe.

Agli antipodi ci sono tutti gli altri messicani, che hanno i tratti somatici degli indios, che fanno i lavori umili, che raccolgono le lattine dall'immondizia per poi rivenderle a 5 pesos al chilo.
I contrasti qui sono all'ordine del giorno, bisogna solo farci l'abitudine.

Nessun commento:

Posta un commento